La Misericordia in terra di Missione

Riflessioni, testimonianze e condivisione
Ingresso libero, siete tutti invitati

CENTRO CULTURALE SAN CLEMENTE

In occasione del Anno Giubilare della MISERICORDIA

PROPONE: Venerdì 22 Luglio 2016 ore, 21,00

c/o il Centro Culturale San Clemente (Sal. Don Angelo Bramati)

un incontro con: Padre Giovanni Beretta Missionario del P.I.M.E. in Bangladesh

scarica la locandina

LA CROCE E LA BUFERA

Nella fede siamo certi che il Signore è  risorto e vivente cammina in mezzo con noi! Questo però non annulla la prova o la sofferenza: "Nella calma si può sviluppare un talento; ma per forgiare un carattere ci vuole la bufera...La vocazione è un'ansia inestinguibile". La bufera non è solo distruttrice ma può addestrare alla lotta, alla resistenza, alla fermezza. Il dolore ha una sua misteriosa funzione educatrice che plasma le coscienze.

"Il Signore ti ha umiliato e ti ha fatto provare la fame per farti capire che l'uomo non vive soltanto di pane... come un uomo corregge un figlio, così il Signore tuo Dio corregge te..".
E' la legge del seme che deve morire per produrre frutto, è la legge della croce che ci conduce alla luce.
Potremmo continuare a lungo nelle citazioni ma tutti nella propria vita abbiamo sperimentato che le tempeste, le oscurità e le amarezze sono spesso sorgente di luce... L'ansia e la tensione non sono, perciò, solo un incubo ma possono diventare sorgente di vita e di gioia.

AMMAZZARE IL TEMPO....

Ormai siamo in vacanza, le scuole sono finite, gli esami sono agli sgoccioli, gli oratori quasi terminati e la montagna o il mare sono mete ricercate! C'è però un'insidia: la consapevolezza di perdere tempo quando non  si fanno le cose in fretta e di non saper cosa fare del tempo risparmiato se non ammazzandolo. Da un lato infatti occorre non perdere tempo, dall'altro quando si ha tempo libero non si sa più cosa fare: ci si rassegna ad 'ammazzare il tempo'   ad aspettare di ritornare ad agitarsi! La ragione ultima di questa contraddizione sta proprio nell'incapacità di vivere il tempo, senza dover esserne esterni o schiavi.

La vacanza può essere occasione per equilibrare le scansioni, di ritrovare tempi o momenti per ogni azione, per immergersi nelle cose e ritrovare se stessi nella preghiera e nel silenzio: è questa la diffcile arte di vivere il tempo.

IL MIELE ED IL TIMO

Mi è capitato tra le mani l''Introduzione alla vita devota' del grande vescovo san Francesco di Sales, un famoso predicatore ed autore di scritti spirituali.

Mi ha colpito una sua frase:"...Come il miele ricavato dai fiori di timo, piccola erba amara, è di gran lunga il migliore, così più eccellente tra tutte è la virtù che si esercita nelle amarezze più vili e basse...". Il messaggio mi pare chiaro: come il miele di timo è il più fragrante e dolce, eppure viene da un'essenza amara, così la virtù più alta non si affina se non attraverso l'esercizio aspro della prova e della sofferenza.

Discorso sgradito soprattutto ai nostri giorni nei quali si pretende che ogni cosa sia facile. Il discepolo sa che la sofferenza e la prova sono esperienze 'provvisorie' e che solo affidandosi a Dio è possibile sostenerle.

In questo tempo estivo esercitiamoci nell'ascesi, soprattutto quella che ci dona il coraggio di entrare in noi stessi per cogliere il senso di quello che siamo.

Orario estivo delle Sante Messe

Da lunedì 4 luglio a sabato 27 agosto

 LunedìMartedìMercoledìGiovedìVenerdìSabatoDomenica
Besana8:308:30 S. Caterina8:308:3020:30 Cazzano17:30

9:00 Cazzano
9:30 - 18:00

Calò 20:30 8:30 17:309:30
Montesiro8:30 Brugora8:30 20:30 18:308:00 - 11:00
Valle Guidino8:30 8:30  20:309:30
Vergo Zoccorino20:308:30  8:3018:3011:00
Villa Raverio  20:308:308:3017:308:30 - 11:00

ESSERE NELLA FELICITA'

Nonostante l'impegno dell'uomo a togliere la prova, il dolore e la sofferenza, sembra tutto uno sforzo inutile! Fatto per essere felice, spesso passa nella tristezza la sua giornata! Mi è capitata tra le mani una pagina di un filosofo dove mi ha colpito questo passaggio: "Per la felicità avviene come per la verità: non si ha, ma ci si è!"

La felicità non è un possesso, al massimo lo è il piacere. La gioia vera è, invece, un dono che avvolge, è una specie di abbandono ad un'onda che ci porta, è una realtà che penetra in noi,circola nelle nostre vene, ci trasfigura. Essa può persino coesistere con una vita aspra, può coniugarsi anche con la quotidianità amara, come insegnano le beatitudini evangeliche.

Incontro con un amico

Sabato 25 giugno un gruppo di adulti di Montesiro, più altri amici, si sono recati in visita alla Comunità Monastica della Ss. Trinità a Dumenza (VA) nella quale, a gennaio, è entrato il nostro parrocchiano Mauro Montrasio.

  E' stato un bell'incontro all'insegna dell'amicizia, della fraternità e della semplicità

  Durante la mattinata Mauro ci ha accompagnato in una interessante visita del Monastero. In particolare

  abbiamo visto la loro fornitissima biblioteca, il laboratorio di restauro dei libri antichi e il laboratorio iconografico.

  Abbiamo celebrato l'Ora Sesta con i monaci e poi pranzo al sacco in compagnia.

  Nel pomeriggio fratel Luca, il priore, ci ha raccontato la storia della loro comunità e poi ha tenuto un bellissimo

  incontro sulle caratteristiche del discepolo chiamato ad annunciare il Vangelo del Regno.

  Abbiamo salutato Mauro "promettendoci" preghiera reciproca. Invitiamo quindi tutti a ricordare lui e la sua Comunità nella preghiera

affinchè, nella fedeltà alla loro vocazione, siano testimoni di una Chiesa che mette al centro Cristo.

"Andata e ritorno" - Il viaggio di Giuseppe verso i suoi fratelli

   Dal 10 a 14 giugno, tre ragazzi della nostra Comunità Pastorale, hanno partecipato al Campo Estivo per 6-8 anni

   organizzato dell'Azione Cattolica dei Ragazzi a Santa Caterina Valfurva.

   Abbiamo chiesto loro di  raccontarci qualcosa di questa esperienza. Ecco le loro impressioni: