IL PROFUMO DELLA TESTIMONIANZA

Inviato da don Mauro il Lun, 01/02/2021 - 08:40
cento parole di comunione

Il profumo si nota subito, anche se tu non vuoi. Si sente che c'è nell'aria qualcosa di diverso... e così è per chi sa testimoniare il Signore Gesù, morto e risorto.

Avverti che quel volto ha una luminosità maggiore, che quel cuore ha un entusiasmo, che il suo stile ha una classe, che le sue parole hanno un'unzione particolare.

E' proprio ciò che fa la differenza! Quella differenza che oggi cerchiamo, perché c'è un crescente bisogno di identità, fonte di relazione tra di noi. La testimonianza è la prima fonte di identità. Ancor prima di dare all'altro un messaggio, sei tu che, con la tua testimonianza convinta, dai a te stesso un qualcosa di più.

Abbiamo appena celebrato al festa della Sacra Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe  preparata da una settimana di incontri e celebrazioni, dove un punto forte sono state le testimonianze. Un papà, dei nonni, una mamma, e delle famiglie...

Hanno sprigionato il 'profumo di una semplice ma autentica testimonianza' di vita cristiana perché affidata a Gesù. Anche tra mille tribolazioni e difficoltà questo 'profumo' è possibile.

se non lo avverti, significa che siamo sale che non ha il sapore e che dunque viene gettato via per essere poi calpestato dalla gente...