"DAL SILENZIO, L'INCONTRO"

Inviato da don Antonio il Mer, 06/04/2022 - 23:51
Ritiro quaresima gruppo giovani

Ritiro di Quaresima del Gruppo Giovani

Sabato 26 e Domenica 27 marzo, con il Gruppo Giovani della nostra comunità, abbiamo vissuto un'esperienza di ritiro presso l'abbazia di Sant'Egidio a Fontanella (BG). Un momento di deserto, silenzio e solitudine "positiva" dove abbiamo sperimentato il sano distacco dall'esperienza fusionale con le attività della vita frenetica di tutti i giorni, che ci lascia poco tempo per sostare a riflettere sulle grandi domande esistenziali e vocazionali.

La località suggestiva dove siamo stati accolti per questi due giorni, oltre ad offrire uno stretto contatto con la natura circostante e la sua naturale quiete, è anche una testimonianza artistica e di fede risalente al 1080. Qui abbiamo avuto la possibilità di incontrare il Priore dell'abbazia, che ha contribuito ad arricchire la proposta spirituale fatta dai nostri educatori con alcuni spunti di riflessione. A partire dalla tematica - nonché dall'esperienza concreta - del silenzio e della solitudine, siamo giunti a concentrarci in modo particolare sul tema della gioia. La "gioia piena" descritta dal capitolo 16 del Vangelo di Giovanni. Gioia spirituale in quanto indipendente dalle cose del mondo, ma originata dall'amore e dalla condivisione. Gioia da non custodire gelosamente per sé, ma da portare al prossimo e diffondere nella nostra società così spesso angosciata e triste.

E proprio la condivisione tra noi ha dato un valore aggiunto a questi giorni di ritiro e ci ha permesso e ci ha permesso di crescere sia come singoli, sia come gruppo. Abbiamo infatti condiviso attività di vita quotidiana e momenti scherzosi, ma anche la preghiera e l'adorazione notturna, il racconto di esperienze vissute, così come di fatiche, domande o propositi per il futuro. Arricchiti da questi due giorni intensi e ricchi, auguriamo a ciascuno di riscoprire il coraggio e di scegliere veri momenti di silenzio, dove poter sperimentare l'incontro con se stessi e con Dio, in modo da essere ricaricati di energie per l'incontro con gli altri.

G. e M.